Tu ca nun chiagne ( classico napoletano )

Com'è bella a muntagna stanotte
Bella accusí nun l'aggio vista maie.

N'anema pare rassignata e stanca
Sotto a cuverta e chista luna janca.

Tu ca nun chiagne e chiagnere me faie
Tu stanotte a do staie
Voglio a te...
Voglio a te...
Chist'uocchie te vonne n'ata vorta vedè.

Comme è triste a muntagna stanotte
Chiu triste e mo non l'aggio vista maie
E tutto dorme tutto dorme o more
I solo veglie pecché veglie l'ammore.

Tu ca nun chiagne e chiagnere me faie
Tu stanotte a do staie
Voglio a te...
Voglio a te...
Chist'uocchie te vonne n'ata vorta vedè.

Chiudi questa finestra