Stringi i pugni e grida al cielo ( Guido Renzi )

Sono qui come vuoi... hai vinto... dai
e mi guardi in fondo agli occhi
con la forza che non c'è certo nei miei
non è facile, ma non me ne andrò
resterò per ascoltare le parole
che conosci a mente ormai.

Il tempo passa e la paura che c'è in me
cresce con l'impazienza che c'è in te
non ti resta che convincermi
che il tempo è giunto ormai.

Non fermarti....non puoi
non è giusto lo sai impedire al mio tempo di compiersi in te
e poi... non scordate che tu mi hai voluto e non puoi
rispedirmi all'indietro ad un tempo che ormai è qui.

Lascia che in me succeda ciò che volevi tu
non permettere a niente di
sconfiggere i sogni
di cambiare il mio destino e quello voluto da te
e lasciarmi appesa a un filo
che non può più sostenermi ormai.

Stringi i pugni e grida al cielo se vuoi
ma non perderti dai...
non è certo il finale che avevi pensato
cerca in fondo di te l'incoscienza che hai.

Per rubare i miei occhi e la mia volontà
e allora saprai come fare
perché tu possa infine gridare alla vita
che hai vinto e lo sai.

Lacia dietro di te paure, ansie ed attese
pensa solo a quei momenti
in cui pensavi, sarà facile per me
non lo era... e adesso lo sai
ma non passa la mia voglia
e la mia attesa di qualcosa che
ormai è dentro di me.

Chiudi questa finestra