Io per te ( Guido Renzi )

Quella faccia da bambina su quel corpo già da donna
il tuo andare disinvolto che mi stava tormentando

Poi quel bacio contro un muro dato quasi con la forza
la sorpresa di capire che era la tua prima volta

Non era vero che eri tanto forte
era perché io ti volevo troppo
non dormivo e ti pensavo sempre
e mi chiedevo dove andrà domani?

Finché ti ho visto e ti son corso dietro
la mano sulla spalla e ti voltavi
il verde dei tuoi occhi dentro ai miei
e il cuore mio che non batteva più.

Poi quel bacio contro il muro
il tuo cuore che batteva
la sorpresa di sapere
che la notte mi pensavi.

Il tuo corpo che voleva
quello che voleva il mio
poi degli attimi infiniti
che portavi via con te.

Chiudi questa finestra